dissabte, 7 de febrer de 2009

Una nota de buen gusto, imagino que els oferirà els bombons Ferrero Rocher...

la cover band australiana, a londra da febbraio ad aprile, ha ricevuto 20.000 sterline

Putin fan degli Abba: per lui un concerto

privato dei «Bjorn again», imitatori doc

Spettacolo per il premier russo in una località nascosta a cui ha assistito in smoking insieme a una donna in lungo

I «Bjorn Again» (dal sito ufficiale)
I «Bjorn Again» (dal sito ufficiale)
MOSCA (RUSSIA) - Chi l'avrebbe detto. Il duro e imperscrutabile ex agente del Kgb e ora primo ministro russo, dopo essere stato a lungo presidente, innamorato di «Gimme Gimme Gimme» e «Dancing Queen». Ora dunque sappiamo che tipo di musica piace a Vladimir Putin: è un'appassionato degli Abba. Tanto da farsi organizzare un concerto privato, anche se il suo portavoce ha negato la sua partecipazione, con quelli che sono conosciuti come gli imitatori doc del gruppo svedese ormai sciolto, vale a dire i «Bjorn again», formazione australiana che dal 1988 canta sul palco gli intramontabili successi di Ulvaeus e compagni.

IL CONCERTO - La storia è stata rivelata dal Times, che riporta le confidenze dei membri dei «Bjorn Again» ha assistito a un concerto privato in Russia in «compagnia di una donna» in «vestito lungo, color crema». «Erano seduti su un divano velato da una tendina di pizzo» scrive il corrispondente da Mosca del quotidiano britannico, aggiungendo che «il mondo conosce Putin quale esperto di judo ed ex spia del Kgb. Ma ora è possibile aggiungere alla sua immagine la versione "Super Trouper" dopo che l’ha rivelata in un concerto segreto». La cover band «Bjorn Again» è volata a Mosca, da Londra, dove si esibirà da febbraio ad aprile, ed è poi è stata portata con un autobus a 200 miglia a nord della capitale in una remota località nei pressi del lago Valdai, dove è stata alloggiata in una caserma. Poi il concerto in un piccolo teatro la notte seguente, dove hanno suonato per un pubblico molto ristretto. Oltre a Putin infatti, solo cinque o sei altri ospiti erano presenti allo spettacolo che si è tenuto il 22 gennaio. Il gruppo ha cantato 15 hit degli Abba tra cui «Waterloo», «Gimme Gimme Gimme» e «Dancing Queen». Secondo il Times il Cremlino ha pagato 20.000 sterline (circa 23mila euro) per il concerto privato. E fa notare che «mentre la Russia sta sperimentando un veloce naufragio della valuta nazionale e la sua reputazione è stata intaccata nella disputa del gas con l’Ucraina i funzionari governativi hanno trovato il tempo di organizzare la manifestazione per Mr. Putin». L’evento inoltre, sempre secondo il quotidiano britannico è «in contrasto con l’immagine ascetica che Putin ha presentato al pubblico russo sui media, che lo ritraggono come un uomo di gusti modesti», continua il Times, che descrive il premier in smoking al concerto, mentre «La donna indossava un vestito lungo color crema davvero bello». Gli unici che non si sono tanto divertiti sono stati gli stessi "Bjorn again": «La sicurezza era così stretta - spiega il Times - che a uno della band è stato consigliato di non andare a fare una passeggiata perché fuori c’erano troppi cecchini attorno al teatro».


06 febbraio 2009